NOVITÀ IN LIBRERIA | 6 – 12 maggio 2024

Buon lunedì!

La scorsa settimana, a causa di un’influenza maledetta che ha prosciugato in me ogni forza, non sono riuscito a proporvi la consueta lista con le Novità in libreria. Ma, si sa, tra i mali che affliggono noi uomini moderni, l’influenza è sicuramente una di quelle più inflazionate: dunque mi sento in buona compagnia, e sono sicuro potrete capirmi.

Per farmi perdonare, questa settimana ho fatto trenta. Qui sotto troverete, infatti, trenta nuovi libri in uscita in questi giorni, giusto in tempo per il tanto atteso Salone del Libro di Torino 2024 (voi ci andrete?). Come si suol dire, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Divertitevi allora, buona lettura!

LS

6 maggio

DE PIANTE EDITORE

L’epistolario tra Anna Maria Ortese (1914–1998) e l’amica, la poetessa e pittrice di origini siciliane Helle Busacca (1915–1996).

«È dalla disperazione d’esser stati calpestati, da sé e dagli altri, che nasce la forza che ci trasporta verso i cieli limpidi, dove ciò che abbiamo patito si trasforma in dolcezza e beatitudine. Ama tutto ciò che ti tortura o ti ha torturato. Ama il tuo insuccesso. Questa, solo questa, è la forza dell’anima».

Questo libro è una camera dei segreti. Segreto – o “secretato” – era l’epistolario: un fascio di lettere, fitte di lame, di omissioni e di amori, scoperto avventurosamente da Dario Biagi. Segreto è l’amore per lo stesso uomo condiviso dalle amiche, stigmatizzate da una medesima mania d’artista: scrivere fino al turbamento, amare fino allo stremo. Piena di trame, di comuni dolori e sfrenate promesse, l’amicizia tra la Ortese ed Helle è, in fondo, un arcano portale d’accesso alla grande letteratura italiana.

7 maggio

SELLERIO

Il romanzo della scrittrice di origini indiane Radhika Jha, autrice di L’odore del mondo (2001). Il ritratto immaginifico di un Giappone in trasformazione.

Con La foresta nascosta, Radhika Jha accompagna il lettore in un Giappone inedito, in cui mutano abitudini e certezze, modi di esistere e di pensare, tradizioni e culture, dove una visione del mondo sta gradualmente scomparendo sotto i colpi della speculazione e del profitto. A sostenere un sentimento profondo e uno sguardo acuto vi sono la maestria nel descrivere la natura e le passioni, e soprattutto la storia toccante di un uomo combattuto, in continuo conflitto con il proprio passato e con la figura ingombrante del padre, fino a comprendere la sua parte nella lotta tra la stasi e il cambiamento.

NN EDITORE

Una nuova edizione, in formato speciale, dell’ultimo, meraviglioso romanzo scritto da Kent Haruf (1943–2014). Traduzione di Fabio Cremonesi, con una prefazione di Lella Costa e due testi inediti.

È nella cittadina di Holt, Colorado, che un giorno Addie Moore rende una visita inaspettata al vicino di casa, Louis Waters. I due sono entrambi in là con gli anni, vedovi, e le loro giornate si sono svuotate di incombenze e occasioni. La proposta di Addie è scandalosa e diretta: vuoi passare le notti da me? Inizia così una storia di intimità, amicizia e amore, fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle e piccoli gesti di premura.

NERI POZZA

Il nuovo romanzo di David Nicholls, autore del bestseller One Day (2009). Una grande storia d’amore per chi crede nelle seconde possibilità.

«Bellissimo, malinconico, pieno di speranza. Tu sei qui è Nicholls allo stato puro» Dolly Alderton.

Michael ha quarantadue anni e non sa bene come rimettere assieme i cocci della sua vita, andata in frantumi quando la moglie lo ha lasciato. Marnie, invece, di anni ne ha trentotto, vive a Londra, con l’unica compagnia dei suoi libri, litri di tè e un telecomando che non deve condividere con nessuno. Per ridare slancio alle loro vite, entrambi decidono di unirsi a una comitiva impegnata in un trekking che attraversa l’Inghilterra da costa a costa. Fra tuffi in laghi ghiacciati e disastrose ascese sotto la pioggia, paesaggi da romanticismo inglese e playlist improbabili, Marnie e Michael scopriranno di vivere la più inaspettata delle avventure, sull’orlo di una nuova amicizia, o forse qualcosa di più.

EINAUDI

Il nuovo libro di Corrado Augias, in cui ripercorre le tappe della sua vita privata e professionale.

Arrivato alla soglia dei novant’anni, dopo aver affascinato i suoi lettori con i segreti della Storia, della musica e della religione, Corrado Augias racconta l’avventura di una vita, la sua. E con grande talento di narratore, evoca l’infanzia in Libia, il ritorno a Roma, l’incubo dell’occupazione tedesca, il collegio cattolico, i primi passi nel giornalismo, e poi Telefono giallo e la Repubblica. È un racconto che ha il calore e l’empatia della conversazione tra amici: la vita s’impara, ci dice Augias – soprattutto se non si perdono mai la curiosità intellettuale e la passione civile.

EINAUDI

Il libro che racchiude cinque momenti della vicenda politica e letteraria di Goliarda Sapienza (1924–1996), di cui il prossimo 10 maggio ricorrerà il centenario della nascita.

Se normalmente si intende l’autobiografia come il racconto retrospettivo del proprio vissuto a partire da un punto d’osservazione nel presente, Goliarda Sapienza reinventa il genere, immaginando una scrittura che accompagna a intermittenza lo scorrere della vita. A scorrere le pagine appassionanti di questa autobiografia sorge un sospetto: e se tutte le contraddizioni alla fine si rivelassero coerenza? Coerenza di verità e bellezza dell’insieme della sua opera.

MONDADORI

Il nuovo romanzo della scrittrice italiana naturalizzata statunitense Ben Pastor. Chiunque abbia letto I promessi sposi e si sia chiesto che cosa sarebbe potuto accadere dopo la conclusione del romanzo, tra queste pagine troverà una risposta.

Renzo, Lucia, Don Abbondio, l’Innominato sono i grandi e indimenticabili personaggi de I promessi sposi… Ma cosa succede quando ce li ritroviamo davanti a tre anni di distanza dall’inizio delle loro avventure nel novembre del 1628? Nella magistrale ricostruzione di Ben Pastor, vivida, potente e ironica, i personaggi manzoniani tornano in vita con una fedeltà che ce li fa riconoscere all’istante. Il pavido curato Don Abbondio ha imparato la sua lezione? Renzo è ancora impulsivo? Cosa può la giustizia dello Stato italo-spagnolo contro la violenza di un omicidio eccellente, che qualcuno forse non vuole far risolvere?

MONDADORI

Il nuovo romanzo di Emmanuele Bianco, autore di Tiratori scelti (2010), E quel poco d’amore che c’è (2013) e La pura carne (2017).

Nel 1942, la determinata e indipendente Maria Rosa partorisce il primo figlio Agostino. Nel borgo calabrese di Lupastretta, nessuno sa chi sia il padre. La donna si guadagna da vivere gestendo un forno in concorrenza con quello del podestà fascista don Felice, pensando a un futuro di imprenditrice. Agostino, nel frattempo, cresce, impara a guardare il mondo, a riconoscerlo grande e segreto. Agostino sente in sé la magia e la forza della madre, ai confini di tutto l’accadere e di tutte le sfide che segnano le incerte sorti di Lupastretta. Emmanuele Bianco evoca vicende che sfociano con larghezza di toni e furore narrativo in un disegno da grande saga famigliare, dove il lettore è chiamato ad abitare, e a bruciare emozioni.

FELTRINELLI

Il nuovo libro di Eshkol Nevo, autore di La simmetria dei desideri (2007). Una raccolta di magnifiche storie d’amore, familiari e d’amicizia che avvincono il lettore, parlando “in maniera chiara di cose oscure”.

«Eshkol Nevo è dotato di un talento naturale da autorizzare il sospetto che per lui scrivere e respirare siano la stessa cosa» Alessandro Piperno, La Lettura – Corriere della Sera.

Se all’esistenza umana è data sempre la facoltà di un nuovo inizio, nulla più della forza liberatoria del desiderio – sembra dire Nevo nelle storie narrate in questo libro — rappresenta la possibilità di ricominciare daccapo, e di abbattere così i muri del pregiudizio e dell’esclusione.

FELTRINELLI

Il romanzo dello scrittore cinese Yu Hua, autore di Vivere! (1992). Una storia di amori, di sangue, di sogni ambientata agli inizi del Novecento in una Cina popolata da banditi e tanta brava gente.

Questa è una storia di mestieri scomparsi, antiche usanze e torture feroci. È una storia di violenze gratuite, amori ingenui e amicizie profonde. Ed è soprattutto una storia di storie: l’indovino cieco con la Mauser, la puttana in cima a una scala cigolante che odora di pesce, il manipolo di soldati agguerriti senza un orecchio, il ragazzo venduto come schiavo che piange nella stiva di una nave in rotta verso l’Australia. Yu Hua racconta un’epopea inesorabile come il tempo, affinché nessuno dei suoi personaggi venga dimenticato.

FELTRINELLI

Il nuovo libro della scrittrice, giornalista e blogger Sandra Petrignani.

«Sandra Petrignani scrive con un incantevole esercizio di leggerezza» Ian McEwan.

Ogni autobiografia porta con sé una dose di coraggio. Ma raccontarsi attraverso i cani che hanno accompagnato un’esistenza aggiunge una “tenerezza del cuore al fascino di qualsiasi vita”, come avrebbe detto Jane Austen. Sandra Petrignani parla di sé con la tenerezza del cuore che viene dai suoi cani, dai tanti che hanno fatto da contrappunto silenzioso alle sue storie di vita. E attraverso loro rievoca amori e compagni di strada di un’epoca perduta come lo sono tutte le epoche. 

FELTRINELLI

Il libro di Eraldo Affinati, scrittore, critico letterario e insegnante. Nel 2008, insieme alla moglie Anna Luce Lenzi, ha fondato la Scuola Penny Wirton per l’insegnamento gratuito della lingua italiana ai migranti. 

Quante sono le città della nostra vita, e che cosa rappresentano? Questo libro è un viaggio nel tempo e nello spazio: dagli angeli sulle rovine di Bruxelles al sole elettrico di Battipaglia, dalla stanza dei bottoni di Washington alla madre dell’Italia infeconda di Veio, dai tizzoni bruciati di Volgograd alle sapienze perdute di Atene. Eraldo Affinati è un maestro della toponomastica lirica. Ha raccolto trecento città del mondo: conosciute, sognate, inventate, tutte descritte ed evocate in brevi ritratti di grande concisione fantastica e affettuosa adesione sentimentale, nei quali i lettori potranno riconoscere le proprie stesse preferenze e idiosincrasie, in un gioco di riflessi capace di favorire e moltiplicare le connessioni interiori.

8 maggio

EDIZIONI SUR

Il romanzo del 1973 di Julio Cortázar (1914–1984), per la prima volta tradotto in italiano. Una storia corale e sorprendente, che raccoglie tutto il fervore del ’68 e degli anni successivi, in cui il linguaggio è insieme gioco, protesta e l’unica forma di resistenza possibile.

«Leggi Cortázar e saprai da cosa ti sei salvato, ignoralo e sarai condannato, ma non saprai a cosa» Pablo Neruda.

Pubblicato dieci anni dopo Rayuela, Il libro di Manuel nonè solo l’opera più politica di Cortázar: è un romanzo appassionato e urgente che va oltre i confini tra finzione e realtà, scritto in corsa contro il tempo, per dare alla letteratura una chance di intervenire sulla Storia.

MARCOS Y MARCOS

L’autobiografia semi-realistica del musicista, cantautore e scrittore statunitense Woody Guthrie (1912–1967). Pubblicata per la prima volta nel 1943, è stata riadattata in un film del 1976 diretto da Hal Ashby.

«Questa terra è la mia terra è stato per anni la mia Bibbia» Bob Dylan.

Un canto, un inno all’America “on the road”, dei vagabondi pronti a saltare su un treno in corsa, dei comizi improvvisati agli angoli delle strade, delle tempeste di polvere, delle infinite chiacchiere notturne attorno al fuoco: spesso con la chitarra in mano. La forza lirica di un grande cantautore, un appello vibrante alla ricerca strenua della libertà. Come scrisse John Steinbeck, questo romanzo “sprigiona la forza prepotente della gente che si ribella all’oppressione, ed è un grande libro sullo spirito americano”

MARCOS Y MARCOS

Un discorso a più voci sull’atto del tradurre. A cura di Stefano Arduini, docente di Linguistica all’Università di Roma Link Campus e di Teoria della traduzione all’Università di Urbino.

Tradurre non è solo una pratica: è un’esperienza intellettuale, un’avventura del pensiero. Sei traduttori e teorici della traduzione fra i più noti in Italia propongono un manifesto. Tradurre è esperienza, conoscenza, rapporto con l’altro e accoglienza; riflette il nostro modo di stare al mondo. Mentre le nuove tecnologie sembrano impossessarsi di ciò che è più umano anche nel campo della traduzione, riflettere su questa pratica significa toccare il senso profondo della nostra stessa esistenza.

BOMPIANI

Il libro dello scrittore sardo Flavio Soriga, che nel 2000 vinse il Premio Italo Calvino per inediti con la raccolta di racconti Diavoli di Nuraiò.

Questa raccolta intensa e poetica di storie, di vite e di città racconta la passione e la gelosia, l’incontrarsi e il perdersi, la magia del ritrovarsi, la fatica e la facilità dell’amore. Che è sfida, è fatica, è estasi ed è politica. Ogni vita è determinata da piccole e grandi scelte: per quale amore vale la pena lottare? Quando è giusto prendere atto che il sentimento è finito? Famiglie, figli, tradimenti, amanti e sorellastre: Flavio Soriga dipinge amori disordinati, enigmatici, sfiancanti, totalizzanti in una raccolta di racconti che ci fa interrogare sulle nostre vite e i nostri tempi.

BOTTEGA ERRANTE

Il nuovo libro dello scrittore e giornalista triestino Paolo Rumiz. Un reportage da un mare che guarda a Est, ma che a specchio racconta chi siamo stati, la nostra origine, il senso profondo di un’Europa fatta di genti diverse.

Il cuore di questo viaggio è l’incontro con uomini e donne di mare, seguendo le tracce della Serenissima sparse ovunque e con la malinconia che solo l’orizzonte ti può regalare. Ci sono baie solitarie, soste in osterie, marinai di poche parole. E poi ci sono i luoghi: Venezia, gli Arsenali, Parenzo, Pola, il Quarnaro, Lussino, Ragusa, le Bocche di Cattaro, Corfù, posti carichi di storia, di bellezza, di colori e sapori forti. E ancora, i popoli, quelli che evocano immaginari mai sopiti come i morlacchi, i turchi, gli slavi e una terra, quella dei Balcani, appena uscita da una delle grandi tragedie del Novecento.

WUDZ EDIZIONI

Il saggio del 1991 dello scrittore e regista francese Michel Houellebecq su uno dei maggiori scrittori di letteratura horror di sempre, Howard Phillips Lovecraft (1890–1937), precursore dei grandi romanzi di fantascienza americani.

La realtà è fastidiosa, insoddisfacente, banale. È il mantra che Houellebecq ripete magicamente in queste pagine, scritte come se fossero il mio primo romanzo. L’antidoto all’orrore di questa affermazione è solo uno: fare della scrittura un sogno, della parola un generatore di universi alieni. Nessuno più di H. P. Lovecraft è riuscito in questo intento, rendendo la propria vita un terribile fallimento, e la sua arte un capolavoro; e proprio intorno a questo stralunato “gentiluomo di campagna”, timido e insofferente, capace di consegnare ai posteri una biografia tragicamente romanzesca e una mitologia immortale, Houellebecq dà vita a uno dei suoi libri più violenti e sinceri.

EDIZIONI CLICHY

Il romanzo d’esordio di Giuseppe De Filippis, un autore trentenne che propone ai lettori il Male oscuro del nuovo millennio.

Che differenza c’è tra un corpo che cammina e un corpo che cade? La storia prende il via da un suicidio, a cui il protagonista, Riccardo, assiste in un momento personale di enorme difficoltà. Questo evento divide la sua vita tra un prima e un dopo e diventa la spinta decisiva per ricorrere alla psicoterapia. Come salvarsi dall’abisso? Come poter vivere, amare, crescere? Dove trovare la forza, il coraggio, i motivi per camminare e non cadere?

COSE SPIEGATE BENE

Il decimo numero di COSE spiegate bene, la rivista di carta del Post realizzata in collaborazione con Iperborea, dedicato alle elezioni presidenziali americane. Con testi di Lucia Annunziata, Marco Cassini, Claudia Durastanti, Linus e della redazione del Post.

Ogni quattro anni ci sono le elezioni presidenziali statunitensi: mezzo mondo comincia a parlarne mesi e mesi prima, ripetendo regole e procedure che non si capiscono mai abbastanza, e descrivendo contesti che cambiano di continuo. Ci sono quindi molte cose utili da conoscere, perché si tratta ancora, piaccia o no, dell’elezione del leader più potente del mondo nel paese più potente del mondo. Questo numero di Cose spiegate bene racconta le storie di presidenti ed elezioni notevoli, l’organizzazione delle istituzioni, la questione razziale, le trasformazioni economiche e sociali, la radicalizzazione delle posizioni dei partiti. E anche altri temi di rilevanza significativa nella discussione politica, come la scuola, la religione, l’assistenza sanitaria. Insieme a storie ignote, spesso difficili da credere da qui, e sempre utili da conoscere.

ALTRECOSE

Il libro di Ben Smith – innovativo direttore di BuzzFeed News e oggi fondatore e direttore del sito Semafor – su come il giornalismo online ha cambiato i giornali, le notizie e i nostri comportamenti digitali.

Traffic racconta la rocambolesca storia di cosa è successo negli ultimi vent’anni ai giornali, a noi lettori, al modo in cui ci informiamo e siamo raggiunti dalle notizie. Lo fa attraverso le storie legate tra loro dei creatori dei più importanti progetti americani di informazione online, e di come – spesso inconsapevolmente – hanno avviato le trasformazioni che hanno influito su gran parte dei nostri comportamenti digitali.

10 maggio

LA TARTARUGA

Il libro di racconti della scrittrice e traduttrice coreana Bora Chung, finalista all’International Booker Prize nel 2022 e già tradotto in 22 paesi.

Come bisogna reagire quando qualcuno ci confessa di «non aver mai letto un libro così?» E quanti libri meritano una definizione di rottura e originalità, arrivando a rappresentare qualcosa di unico in un panorama editoriale affollato? Su Coniglio maledetto di Bora Chung ci sono pochissimi dubbi: è un libro di questo tipo. Nell’arco di dieci racconti, riesce a creare mondi che spaziano dall’horror coreano alle fiabe russe, dalla fantascienza al romanticismo masochista, mescolando i generi per renderli quasi indistinguibili l’uno dall’altro, fino ad arrivare a chiudere quei mondi o a farli esplodere nelle maniere più inaspettate. Coniglio maledetto è un libro che urla per essere letto fino a tarda notte e passato alla persona più vicina il giorno dopo. Per chi ama la scrittura di Angela Carter, Ottessa Moshfegh e Sayaka Murata.

NN EDITORE

Il romanzo della scrittrice, poetessa e drammaturga inglese Deborah Levy, autrice di A nuoto verso casa (2011), Cose che non voglio sapere (2014) e L’uomo che aveva visto tutto (2019).

Un divorzio doloroso, una grande casa da lasciare, due figlie da crescere e le fatture che si accumulano. Deborah Levy ha 50 anni quando decide di ricostruirsi a partire da due oggetti: una bici elettrica e una penna stilografica. Raccontando del periodo in cui la madre si stava spegnendo e il suo matrimonio stava per finire, Levy illustra i drammi surreali di una persona rimasta sola, ponendo infine una domanda cruciale: può una donna vivere in accordo con i propri valori, essere libera di cercare il piacere e avere il diritto al desiderio? Pieno di humour e saggezza, Il costo della vita è uno straordinario manifesto sull’essere donna, su come rifiutare regole sociali violente, e sul prezzo da pagare per costruire un mondo tutto per sé.

MINIMUM FAX

La graphic novel della scrittrice e illustratrice spagnola Bea Lema, realizzata durante una residenza alla Maisons des auteurs di Angoulême (Francia). Il libro si distingue per il suo impressionante stile grafico: insieme ai disegni, incredibili ricami fatti a mano dall’autrice e un design ingannevolmente ingenuo ispirato agli arpilleristi cileni, e decorazioni che ricordano la ceramica spagnola.

Quando Véra è solo una bambina, un demonio infesta la sua casa e perseguita sua madre, martellandole i nervi fino a costringerla a letto per giorni. Tra gli scongiuri della “meiga” e gli appuntamenti dallo psichiatra, anno dopo anno, la superstizione svanisce per lasciare posto alla diagnosi. Ma, nonostante la malattia, l’amore tra Véra e sua madre è più forte di ogni altra cosa, in grado di sopravvivere allo scorrere del tempo e allo stigma della società.

L’ORMA EDITORE

Il libro che racchiude le poesie di Paul Celan (1920–1970), in un’edizione rivista e ampliata dal poeta tedesco Moshe Kahn, suo traduttore d’elezione. La prima antologia delle poesie di Celan uscì in Italia nel 1976, a sei anni dal suicidio dell’autore.

Paul Celan incarna con una coerenza e un’esemplarità che non ha uguali la figura del poeta di fronte alle tragedie della Storia. Autore di liriche densissime, capaci di distillare interi universi in poche affilate parole, ha aperto nuovi spazi dell’espressione poetica componendo moderni salmi in cui si beve il «nero latte dell’alba» e disperate canzoni in cui convivono «papavero e memoria», «oro e oblio», «avvoltoio e stella».

JIMENEZ EDIZIONI

Il nuovo romanzo dello scrittore, musicista e cantautore statunitense Willy Vlautin: una toccante riflessione sulla solitudine, sulla forza d’animo e sulla musica come salvezza. Nel 2019, con Io sarò qualcuno, Vlautin è stato finalista al Pen/Faulkner Award.

Al Ward ha sessantacinque anni e vive isolato nella concessione mineraria nel Nevada lasciatagli dal prozio. Ormai da mesi si sostiene solo con zuppe in scatola, caffè istantaneo e ricordi della sua vita da musicista. Una mattina, fuori dal suo rifugio, appare un vecchio cavallo, derelitto e accecato da una malattia agli occhi, incapace di difendersi dagli attacchi dei coyote. A 1800 metri di altitudine, a cinquanta chilometri dal ranch più vicino, tormentato dall’alcolismo e dall’ansia, Al deve decidere cosa fare per se stesso e per l’esausto animale che si è presentato alla sua porta, mentre i ricordi della sua vita da cantautore e chitarrista si fanno sempre più insistenti.

GARZANTI

Il romanzo di Truman Capote (1924–1984), pubblicato nel 1980 in quella «smagliante auto-antologia» che è Musica per camaleonti. Qui nella nuova traduzione di Marco Rossari.

Un raccapricciante delitto scuote la sonnolenta provincia americana. In una anonima cittadina di un piccolo stato dell’Ovest una coppia viene trovata morta, uccisa da nove serpenti a sonagli drogati con anfetamine. È l’inizio di una sequenza di efferati omicidi accomunati da un macabro copione: il killer prima di colpire spedisce un avvertimento alla vittima, una piccola bara di legno intagliata a mano che racchiude all’interno una fotografia. Ricco di tensione come un thriller, incalzante come una detective story, Bare intagliate a mano è anche un desolato apologo sul Male e le sue epifanie, lo specchio di un mondo dove gli assassini si credono Dio e gli uomini sono feroci predatori.

IL SAGGIATORE

Il libro perfetto per chi raccoglie e colleziona conchiglie. È il quinto della Collezione dell’Officina Il Saggiatore, i cui manuali sono un invito ai cercatori, a chi è attento a ciò che sta fuori e intorno a sé; a chi guarda con curiosità l’ignoto, perché è lì che abita il senso più profondo delle cose.

Questo libro è un’esortazione alla curiosità: a sprofondare ancora una volta con i piedi nella sabbia bagnata in cerca delle conchiglie, a contemplarne i gusci rovesciati dalle onde sulla battigia, a tratteggiare i loro rilievi con la pagina appoggiata a uno scoglio. In questo piccolo manuale, ogni lettore troverà uno spazio bianco per disegnare – e così collezionare – le stupefacenti conchiglie che abitano i nostri mari, scoprendo di ognuna, pagina dopo pagina, storia e leggende, biologia e fortune artistiche. Una guida a questi incredibili oracoli acquatici, che conservano il battito di ere passate e cantano già il suono dei nostri domani.

ADELPHI

Il libro dell’antropologo australiano Marcus Baynes-Rock, che ci conduce alla scoperta dell’animale più odiato, temuto, aborrito… e più simile all’uomo: la iena.

In Verdi colline d’Africa, Hemingway racconta di avere centrato con un colpo di fucile, durante un safari in Kenya, una iena, e di aver sentito poi la sua guida apostrofarla rabbiosamente «ermafrodita, divoratrice di morti … faccia furba da cane bastardo sempre voltata indietro». Tratti che riassumono un pregiudizio diffuso ovunque le iene si siano insediate: ovunque, tranne che a Harar, «metropoli» etiope d’altura dove non è raro vederle aggirarsi quiete per le strade, mentre gli abitanti offrono loro cibo per farne attrazioni turistiche. A lungo Marcus Baynes-Rock ha frequentato le iene di Harar, fino a stabilire con loro una progressiva, stupefacente intimità; e nel dar conto delle innovative acquisizioni delle sue ricerche sul campo getta nuova luce anche sull’ancestrale avversione che gli uomini manifestano nei loro confronti.

ADELPHI

Il romanzo del 1937 dello scrittore statunitense William Sloane (1906–1974).

«Il mio unico rimpianto è che William Sloane non abbia continuato a scrivere. Se l’avesse fatto, sarebbe forse diventato un maestro del genere, o ne avrebbe creato uno completamente nuovo» Stephen King.

«Alcune esperienze sono estranee alla vita di tutti i giorni, “condannate per un certo tempo a errare nella notte” prima che la mente umana possa riconoscerle per ciò che sono o liquidarle come semplici fantasie». E sono proprio esperienze incomprensibili, quasi aliene, quelle al cuore del primo dei due romanzi scritti da William Sloane – due romanzi che, ignorando ogni rigida distinzione di genere, alla fantascienza intrecciano con sapienza orrore, giallo e commedia, e che Stephen King non ha esitato a definire «opere letterarie a tutto tondo».