NOVITÀ IN LIBRERIA | 20 – 26 maggio 2024

Buon lunedì!

Settimana scarna quella che inizia oggi, con poche (ma buonissime) uscite interessanti.

Se, come me, il lunedì mattina siete sempre di corsa, segnatevi questi tre titoli: Yellowface (Mondadori), il romanzo di Rebecca F. Kuang, bestseller del Sunday Times e fresco vincitore del British Book Awards Fiction Book of the Year 2024. White people rape dogs (Einaudi), il romanzo dell’esordiente Jacopo Iannuzzi, vincitore del Premio Calvino 2023. Le ultime confessioni di Sylvia P. (Fazi Editore) di Lee Kravetz, ispirato a un episodio della vita di Sylvia Plath.

Menzione speciale a Ieri di Juan Emar, lo scrittore e artista cileno riconosciuto tra i precursori di Julio Cortázar e Juan Rulfo, nella prima edizione italiana a cura di Safarà Editore.

Tutti gli altri, invece, scopriteli con calma qui sotto. Buona lettura!

LS

21 maggio

MONDADORI

Il quinto romanzo di Rebecca F. Kuang, scrittrice americana di origini cinesi, che parla di diversità, razzismi, privilegi e appropriazione culturale. Bestseller del Sunday Times, è fresco vincitore del British Book Awards Fiction Book of the Year 2024.

June Hayward e Athena Liu, giovani scrittrici, sembrano destinate a carriere parallele: si sono laureate insieme, hanno esordito insieme. Solo che Athena è subito diventata una star mentre di June non si è accorto nessuno. Quando assiste alla morte di Athena in uno strano incidente, June ruba il romanzo che l’amica aveva appena finito di scrivere ma di cui ancora nessuno sa nulla, e decide di pubblicarlo come fosse suo, rielaborato quel tanto che basta. L’importante è che nessuno scopra la verità. Quando però qualcosa comincia a trapelare, June deve decidere fino a che punto è disposta a spingersi pur di mantenere il proprio segreto.

EINAUDI

Il libro di Francesco Piccolo, scrittore e sceneggiatore, pubblicato per la prima volta nel 1994. Un prezioso vademecum che ci permette di sedere al fianco dei grandi nomi della letteratura mondiale. E di spiarne gli appunti.

«Disciplina», «Ritualità», «Solitudine»… Sono soltanto alcune delle voci che compongono Scrivere è un tic, la guida imprescindibile per conoscere le leggende e sfatare i miti degli scrittori (e magari per rendersi conto di assomigliare in qualche modo a loro). Si può diventare uno scrittore dopo aver letto questo libro? Si può imparare un metodo, una postura. Per scrivere un romanzo, come per lo stare al mondo, non esistono bugiardini o istruzioni per l’uso: bisogna giocare, dare tutto, subito o domani, purché non si tenga da parte nulla. Così che, qualsiasi cosa succederà nella sua vita, lo scrittore quel giorno avrà scritto una pagina nuova.

EINAUDI

Il romanzo di Jacopo Iannuzzi, vincitore del Premio Calvino 2023. La giuria del Premio ha definito il suo libro “un mosaico organico di diversi tasselli dal sound febbricitante”.

«Iannuzzi scrive graffiando, ma i suoi sono graffi di luce, bassi pulsanti, sogni a occhi aperti» Mario Desiati.

White People Rape Dogs è il romanzo di una gioventù che non conosce più destini da compiere, solo improvvisi, volatili cambiamenti di rotta in una notte urbana senza stelle di riferimento. Un mondo popolato da personaggi allucinati e lucidissimi. Una storia di amori pericolosi e disordinati, di fughe e cospirazioni, il cui racconto si intreccia a momenti di violenta poesia che indagano i protagonisti sempre più chiusi in sé stessi. Perché, dopotutto, senza le ossessioni che tentiamo di nascondere di noi rimane ben poco.

EINAUDI

Il nuovo romanzo di Eleanor Catton, scrittrice e sceneggiatrice neozelandese, autrice di La prova (2008) e I luminari (2013).

«È come se Sally Rooney avesse scritto un thriller ambientato in Nuova Zelanda con un cattivo alla Elon Musk per protagonista» Sam Sifton, The New York Times.

Il collettivo ecologista Birnam Wood è sempre a caccia di nuovi terreni da coltivare abusivamente. Una disastrosa frana nel Parco nazionale del Korowai, in Nuova Zelanda, sembra offrire loro l’occasione sperata. Ma quella terra ferita è oggetto di altri disegni. Chi avrà la meglio? L’ambiziosa leader del collettivo, Mira, i vecchi proprietari terrieri, i Darvish, o l’inquietante miliardario Lemoine, magnate dell’industria della sorveglianza, convinto di essere un dio? Fra droni di ultima generazione e boschi shakespeariani, Eleanor Catton ha scritto un affilato thriller psicologico sui lupi e gli agnelli del nostro tempo, e su quanto può essere difficile distinguerli.

MONDADORI

Il romanzo d’esordio di Valeria Sirabella, ambientato in una Roma che oscilla tra periferia estrema e quartieri alti, dove due ragazze diverse in tutto, Ginevra e Camilla, diventeranno il vortice gravitazionale che costringerà i loro reciproci mondi a fare i conti con i propri segreti.

Il mondo che da qualche parte esiste è un debutto vividissimo, che racconta dell’amore di due madri per le loro figlie, di corpi che crescono e altri che invecchiano, di differenze di classi e destini comuni, di scelte rimpiante e sogni di riscatto, ma anche del potere segreto che ha il luogo in cui nasciamo di determinare – o restringere – i confini dei nostri talenti.

FAZI EDITORE

Il romanzo d’esordio di Lee Kravetz, scrittore americano e autore di programmi televisivi, che reinventa un capitolo della vita di Sylvia Plath, raccontando la storia dietro la creazione del suo capolavoro La campana di vetro.

«Accattivante. Un mix di verità e finzione, un’ingegnosa aggiunta al corpus di opere su Plath che ha contribuito a renderla un’icona letteraria americana» The Washington Post.

Le ultime confessioni di Sylvia P. è un accattivante mistery letterario in cui realtà e finzione si fondono per ridare vita a una scrittrice venerata; dai retroscena sulla nascita della Campana di vetro alla rivalità con Anne Sexton, dalla depressione alla vita matrimoniale con Ted Hughes, l’esistenza di Sylvia Plath viene riscritta attraverso tre narrazioni che, intrecciate con sapienza, compongono un romanzo audace e avvincente.

NERI POZZA

Il nuovo romanzo della scrittrice inglese Lisa Jewell. Un thriller magistrale che ci fa ritrovare i personaggi de La famiglia del piano di sopra (2019), e si supera con una trama a orologeria che culmina in una verità che non è mai quella che ci aspettiamo.

«Mi avvicino guardingo sulla ghiaia e apro leggermente il sacco nero. Lei mi segue e sbircia da dietro la mia spalla. La prima cosa che appare è la mandibola. Mi volto, la guardo e lei me lo conferma: sì, sono ossa umane».

«La famiglia è ancora qui mi ricorda perché leggo sempre i libri di Jewell: è un’autrice superba, al culmine del suo talento» Karin Slaughter.

FELTRINELLI

L’ultimo romanzo della scrittrice argentina Claudia Piñeiro, la giallista latinoamericana più venduta nel mondo, che è il seguito di un altro suo romanzo, Tua, pubblicato nel 2005.

«Piñeiro è riuscita, ancora una volta, a forzare i limiti del giallo con una trama criminale perfetta e una denuncia delle ingiustizie commesse, soprattutto, contro le donne» Juan Carlos Galindo, El País.

Thriller, romanzo sociologico, riflessione sulla condizione femminile, l’amicizia, la sorellanza, la maternità, il sesso, il femminismo, Il tempo delle mosche è soprattutto una storia di coraggio e di solidarietà, ricca di colpi di scena e personaggi indimenticabili.

ADELPHI

Il libro del giornalista e scrittore sovietico Vasilij Grossman (1905–1964), pubblicato a puntate nell’estate del 1942 su Krasnaja Zvezda e, nel 2022, in edizione inglese non censurata.

«Il popolo è immortale, la sua causa è immortale. Ma non si può risarcire la perdita di un uomo!» scriverà Grossman poco dopo la fine della guerra. E così, pur desideroso di infondere in chi combatteva ottimismo e coraggio, ci racconta i primi mesi dell’invasione tedesca – antefatto di Stalingrado e Vita e destino – attraverso pagine dure, che dipingono la distruzione e le disfatte, e i pensieri dei soldati, uomini semplici mandati a fronteggiare «l’esercito più forte d’Europa». Pagine di un ‘romanzo sovietico’, ma così audaci da abdicare a ogni ligia ortodossia. E, come sempre in Grossman, attraversate da un soffio epico che le trasforma in grande letteratura.

SAFARÀ EDITORE

La prima edizione italiana dell’opera più celebre dello scrittore e artista cileno Juan Emar (1893–1964), riconosciuto tra i precursori di Julio Cortázar e Juan Rulfo.

Nella città di San Agustín de Tango si succedono eventi di natura eccezionale: nel corso di una sola giornata un uomo viene ghigliottinato nella pubblica piazza per aver predicato i godimenti intellettuali dell’amore mentre nello zoo della città uno struzzo divora una leonessa, con imprevedibili conseguenze. Ma non è tutto: il protagonista stesso della storia, spettatore di questi singolari eventi, scivola in una fenditura del tempo in circostanze del tutto impensate per fare ritorno nella storia, forse, con la chiave dei molti enigmi e delle meravigliose assurdità che compongono la sostanza stessa della realtà.

RIZZOLI

Il secondo romanzo dello scrittore statunitense Nathan Hill, autore di Il Nix (2016), tra i migliori libri dell’anno secondo i più importanti quotidiani americani.

«American storytelling at its era-spanning best… An immersive, multi-layered portrait of a marriage, Nathan Hill’s follow-up to The Nix is a work of quiet genius» The Observer.

Quando Jack ed Elizabeth si incontrano come studenti universitari negli anni ’90, i due uniscono rapidamente le forze e si tengono stretti, ciascuno desideroso di rivendicare un posto nella fiorente scena artistica underground di Chicago. Dopo vent’anni di vita matrimoniale, entrambi sono costretti ad affrontare i loro demoni, dalle ambizioni di carriera insoddisfatte ai dolorosi ricordi d’infanzia delle loro famiglie disfunzionali. Nel processo, Jack ed Elizabeth si renderanno conto che rischiano di perdere la cosa migliore della loro vita: l’un l’altro.

22 maggio

WUDZ EDIZIONI

Il libro delle risposte letterarie di Wudz Edizioni. Per porgere tutte le nostre domande (cosmiche o quotidiane) direttamente a Virginia Woolf, Giuliana di Norwich, Platone, Joyce Carol Oates, Cesare Pavese, Michel Houellebecq, Paracelso, Franz Kafka, Charles Baudelaire, Frida Kahlo e altre centinaia di scrittrici e scrittori.

Il libro delle risposte letterarie è il primo libro oracolare in cui, a rispondere alle nostre domande, sono le grandi scrittrici e i grandi scrittori di tutti i tempi. In ogni sua pagina è riportata una citazione illuminante tratta da un classico della letteratura mondiale, che ti fornirà la risposta che stai cercando. Per ottenere una risposta tieni il libro chiuso fra le mani; concentrati su una richiesta precisa; appoggia il palmo di una mano sulla copertina e accarezza il bordo delle pagine, dal fondo all’inizio; quando “senti” che è il momento giusto, apri il libro: quella che troverai è la tua risposta letteraria. Oppure leggilo dall’inizio alla fine come un unico, sorprendente, enorme romanzo dell’umanità.

MARCOS Y MARCOS

Il primo romanzo di Sante Bandirali, scrittore e traduttore di libri per l’infanzia, cofondatore della casa editrice uovonero, specializzata in libri inclusivi. Nel 2020 ha vinto il premio Strega Ragazze e Ragazzi per la traduzione del romanzo Una per i Murphy di Lynda Mullaly Hunt.

Sofia e Brando Cerberoni, professori geni supermoderni invitati in tutto il mondo, decidono di riprodursi. Grazie alla programmazione di ogni dettaglio secondo elevati standard letterario-scientifico-intellettuali, dalla loro unione non potrà che nascere un bimbo meraviglioso e geniale. Ma ahinoi! Papiro, questo il nome prescelto, non parla; o meglio, parla solo se nutrito di libri. Letteralmente: il piccolo mordicchia, mastica, digerisce volumi e ne declama il contenuto a volontà. Spiazzati, i geni le provano tutte: logopedisti, astrologi, rapper, maghi… nessun risultato. Sarà un bibliotecario a salvare Papiro. Ripartendo dall’alfabeto e da un seme di mela, lo aiuterà a rimettere le cose in fila, a imboccare in modi e tempi giusti la via della conoscenza e della vita.

BOTTEGA ERRANTE EDIZIONI

La storia dei Balcani raccontata da Angelo Floramo, medievista per formazione, scrittore e insegnante di storia e letteratura. Un viaggio che esplora in profondità le geografie, le anime, la Storia attraversando il confine orientale per addentrarsi nella terra balcanica

La storia di una parte d’Europa complessa, stratificata, eppure al centro di tutto. Sentimentale perché non è un trattato, ma una narrazione soggettiva, intima, di che cosa sono e che cosa rappresentano i Balcani. Breve perché non vuole essere esaustiva ma regalare al lettore suggestioni, immaginari e passioni. Come spesso accade nelle storie di Floramo e in quelle che riguardano i Balcani, il lettore si trova a mangiare, ridere, disperarsi, sognare, bere, fumare, danzare. Insomma, vivere.

24 maggio

NN EDITORE

Il nuovo romanzo della scrittrice americana Cristina Henríquez, autrice di Anche noi l’America (2014).

Il canale di Panama è passato alla Storia come la più grande impresa d’ingegneria mai realizzata: dal 1907 la sua costruzione è durata sette anni, e ha visto centinaia di persone da ogni parte del continente impegnate nell’opera di unire due oceani, scavando nella terra per chilometri. Con umanità e compassione, Cristina Henríquez entra nel vivo della storia coloniale americana presentando la grande opera del canale come una frattura, che si specchia nelle vite degli ultimi: uomini e donne che hanno vissuto quel momento sulla propria pelle, amando, combattendo e immaginando insieme la possibilità di un futuro diverso, un mondo più grande, un miracolo di salvezza.

IL SAGGIATORE

Il nuovo romanzo dello scrittore, sceneggiatore e autore televisivo Emiliano Ereddia. Con Il Saggiatore ha già pubblicato Le mosche (2021).

Il settimo cerchio è il racconto di una discesa all’inferno in cui ogni speranza di rivedere le stelle sembra impossibile. È il romanzo di un mondo postapocalittico retto unicamente da guerra e violenza, che ci mostra come la differenza tra uomini e bestie possa diventare la stessa tra morire e sopravvivere. Emiliano Ereddia si immerge in questa storia per indagare con la scrittura gli istinti e le pulsioni dell’individuo al di là delle strutture che hanno dato una forma al proprio naturale disordine: un bestiario degli abissi umani all’interno del quale cercare un anelito di salvezza.

NERI POZZA

Il romanzo di Antoine Wauters, scrittore e sceneggiatore belga di lingua francese, autore di Mahmoud o l’innalzamento delle acque (2021). Il ritratto di una generazione che rivendica il proprio diritto allo spaesamento.

«Ecco perché siamo qui, perché siamo entrati. C’era la luce e volevamo parlare». È questo il desiderio che accomuna i personaggi de Il museo delle contraddizioni: giovani senza più speranze o ideali, anziani che invecchiano nelle case di riposo sognando la fuga, madri che non vorrebbero più essere tali, agricoltori rovinati dai regolamenti europei, ex pianisti, scultori, poeti trasformati in operai dalla necessità. I diseredati e disadattati di tutto il mondo, che improvvisamente prendono la parola per riappropriarsi di un discorso negato, svilito, privato di ogni significato dalle banalizzazioni e semplificazioni manichee del presente.