NOVITÀ IN LIBRERIA | 4 – 10 marzo 2024

Buon lunedì!

Finirà mai questa pioggia? Chi lo sa. Nel frattempo, diamo un’occhiata alle novità editoriali di questa settimana.

Il mese di marzo comincia alla grande con i nuovi libri di Ilaria Gaspari (Guanda) e Claudia Durastanti (La nave di Teseo), gli esordi letterari di Samuele Cornalba (Einaudi), Paolo Valoppi (Feltrinelli) e Luca Restivo (Blackie Edizioni) e alcuni grandi successi dall’estero, tutti al femminile: i romanzi della scrittrice spagnola Rosario Villajos (Guanda), della danese Stine Pilgaard (Giunti), dell’iraniana Azar Nafisi (Adelphi) e delle statunitensi Ann Napolitano (Mondadori) e Selby Wynn Schwartz (Garzanti). Infine una chicca: il romanzo inedito, incompiuto e postumo di Gabriel García Márquez (Mondadori), pubblicato in contemporanea mondiale, a dieci anni dalla morte.

Gli altri scopriteli qui sotto, buona lettura!

LS

5 marzo

ADELPHI

L’ultimo libro della scrittrice e anglista iraniana Azar Nafisi, autrice di Leggere Lolita a Teheran (2003).

«Finché possiamo immaginare, siamo liberi» ha detto David Grossman. Ma – si potrebbe obiettare – non sarà un lusso riservato agli scrittori? In altre parole: la letteratura esercita un effettivo potere sulla nostra vita quotidiana? Nelle cinque lettere che fra il 2019 e il 2020 ha indirizzato al padre, proseguendo un dialogo che la morte di lui non ha interrotto, Azar Nafisi torna a immergersi nei libri che più ha amato, e ci mostra, intrecciando racconto autobiografico e riflessione sulla letteratura, come Salman Rushdie e Zora Neale Hurston, David Grossman e Margaret Atwood, e altri ancora, l’abbiano accompagnata nei momenti più difficili, come veri e propri talismani. E le abbiano dischiuso, con la loro multivocalità, inattese prospettive.

MONDADORI

Il romanzo della scrittrice statunitense Ann Napolitano, autrice del bestseller internazionale Dear Edward (2018), pubblicato da Mondadori nel 2020 con il titolo Non sprecare il tempo, non sprecare l’amore.

«This powerful affecting novel illustrates [that] love and luck don’t always intertwine» People.

Il nuovo straordinario romanzo di Ann Napolitano, per mesi in testa alle classifiche americane, è una storia d’amore intensa e appassionata, che omaggia e reinterpreta in chiave contemporanea il capolavoro senza tempo di Louisa May Alcott Piccole donne. Un libro che resta a lungo nel cuore e che esplora l’amore in ogni sua forma e sfumatura.

MONDADORI

Il nuovo romanzo della scrittrice, traduttrice e critica letteraria Romana Petri, che l’anno scorso è stata per la terza volta finalista al Premio Strega con Rubare la notte (2023).

Marzia, “dall’andatura marziale”, si racconta con furia, violenza, spudoratezza. La sua è una prima persona che morde e che si muove dentro lo spazio asfissiante di una famiglia malata, tremenda, cattiva. Cresce nella periferia di Roma, con un padre crudele e codardo e una madre devota, sino allo strazio, al coniuge infedele. Mentre il fratello, cuffie sulle orecchie, si estrania sino all’indifferenza. Sul sentiero sgretolato degli affetti, Marzia avanza impavida al di là della scuola di rabbia, rimpianto e morbosa dedizione in cui si è formata. Avanza come un cowboy o ancora meglio come la donna libera che ha sempre voluto essere.

EINAUDI

Il romanzo d’esordio di Samuele Cornalba. «Non è un romanzo generazionale: è un urlo potentissimo. La dimostrazione che il talento non aspetta, esiste e basta».

«Un giovane protagonista impara l’insensatezza del mondo; un giovane scrittore scopre la propria insopprimibile vocazione. Da questa accoppiata nascono la tremenda semplicità e la tremenda forza dell’esordio di Cornalba» Walter Siti.

Elia non è molto bravo a provare sentimenti. Se ne va in giro con il pollice sulla rotella dello Zippo e dentro ha un dolore che non finisce mai. Poi arriva Camilla, che si avvicina «come se lui le dovesse una spiegazione, un posto vicino sul pullman, un po’ d’affetto». E arrivano dal passato dei segni che sono come schiaffi, o carezze. Forse dall’inquietudine e dalla provincia non ci si salva neanche con l’amore travolgente dei vent’anni; a volte, però, ci sono persone e pensieri e dettagli che possono rendere il futuro un luogo meno spaventoso.

EINAUDI

I “primi racconti” del poeta gallese Dylan Thomas (1914–1953), riuniti nuovamente in volume dopo quasi trent’anni dall’edizione Poesie e racconti, curata da Ariodante Marianni nella collana Nuova Universale Einaudi (1996). A cura di Gabriele Frasca.

«Dylan Thomas rimase sempre un ragazzo «colmo e straniero», dal vigore disarmato e minacciato, e la sua genuina voglia di ridere era uno sberleffo alla storia, una pantomima nelle tenebre» Alfredo Giuliani.

Basati su tracce autobiografiche rielaborate in chiave mitico-fantastica, i racconti dello scrittore gallese intrecciano una vena lirica e un andamento comico, con esiti quasi sempre sorprendenti. Questa edizione ne propone l’intero corpus con l’aggiunta dei capitoli del romanzo incompiuto Avventure nel commercio della pelle, caratterizzato da esiti comici ancora più spiccati, in chiave quasi surrealista.

GUANDA

Il nuovo libro di Ilaria Gaspari – scrittrice, podcaster e insegnante di scrittura creativa alla Scuola Holden e alla Scuola Omero. Un romanzo in cui «indaga sul rapporto tra apparenza e identità, sul peso della maldicenza e sulla difficile conquista della maturità».

«Quella di Ilaria Gaspari è una delle rare penne contemporanee in grado di combinare con tanto umorismo e verve la descrizione degli stati d’animo e l’analisi del nostro tempo» Le Monde.

Nella Roma degli anni Ottanta, la boutique Joséphine è un angolo di Parigi nel cuore dei Parioli: gli affari vanno a gonfie vele grazie al fiuto della proprietaria, Marie-France, che accoglie le clienti con il suo seducente accento francese. Il suo entusiasmo contagia l’indecifra­bile socio Giosuè e le tre ragazze che lavorano per lei, ansiose di conquistarsi libertà e indipendenza. Tutto procede per il meglio, finché Marie-France non ha un’idea che si rivelerà catastrofica: aprire una linea per adolescenti. Giorno dopo giorno, la superficie della serenità apparente comincia a incrinarsi. 

GUANDA

L’ultimo romanzo della scrittrice spagnola Rosario Villajos, con cui nel 2023 ha vinto il Premio Biblioteca Breve conferito dalla casa editrice Seix Barral.

«Una voce narrativa che esplora la propria identità attraverso il corpo e, così facendo, cattura i sentimenti di una generazione e li trasforma in un’esperienza unica e universale» Giuria del Premio Biblioteca Breve.

Ambientato all’inizio degli anni Novanta, L’educazione fisica disegna il ritratto di Catalina, un’adolescente che ha una relazione complicata con il suo stesso corpo: si sente oppressa, inadeguata, in un mondo che sembra determinato a renderla colpevole per il fatto di essere una donna. La sua storia è la storia di chiunque sia alla ricerca della propria identità e del proprio posto, in un mondo di desideri contrastanti e voglia di essere liberamente se stessi.

FELTRINELLI

Il romanzo d’esordio di Paolo Valoppi: una storia famigliare, tra romanzo di formazione e memoir, che racconta di un padre, una madre, un figlio e di quella religione «i cui testimoni vanno a citofonare alle persone di mattina».

«Con scrittura felice e umorismo arguto, venato di malinconia lieve, Mio padre avrà la vita eterna ci proietta verso segreti di cui non si potrebbe parlare» Ilaria Gaspari.

Paolo ha otto anni, ama il calcio e va pazzo per i Pokémon e gli hamburger di McDonald’s, ma sulla sua infanzia aleggia una presenza misteriosa e molto ingombrante: Geova. Suo padre, che di lavoro fa l’architetto, ne è un Testimone devoto, sua madre invece non ammette nessun amore superiore se non quello per i libri e, soprattutto, per le persone che le stanno a cuore. E così nasce un secondo mistero: quello di quei due genitori che, pur divisi da una religione così spesso offerta a caricatura, continuano a stare insieme. Con limpido affetto il protagonista racconta di sé e dei suoi familiari, mentre, crescendo, perde la fede paterna ma a poco a poco trova la propria strada e la propria voce.

FELTRINELLI

Il romanzo d’esordio del duo creativo composto da Sin Blaché, autore e musicista, e Helen Macdonald, poetessa, naturalista e scrittrice bestseller del New York Times. Un’avventura allettante che fonde noir, fantascienza e una storia d’amore queer lenta, ambientata in un universo a un solo un passo pericoloso dal nostro.

«Reads like a Christopher Nolan movie» Washington Post.

In una sperduta località dell’Inghilterra cominciano a succedere cose strane. Una tavola calda perfettamente accessoriata compare in mezzo al nulla, e qua e là vengono rinvenuti una serie di oggetti improbabili: giocattoli, peluche, mazzi di rose, cassette degli attrezzi. Poco prima, in una vicina base militare, si è verificata una morte in circostanze singolari. Secondo le autorità potrebbe esserci un collegamento tra il decesso e le apparizioni, ma brancolano nel buio. I due agenti speciali Sunil Rao e Adam Rubenstein faranno luce sul mistero.

LA NAVE DI TESEO

Il nuovo libro di Claudia Durastanti – scrittrice, traduttrice dall’inglese e curatrice del marchio editoriale La Tartaruga. È il suo quinto romanzo, dopo Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra (2010), A Chloe, per le ragioni sbagliate (2013), Cleopatra va in prigione (2016) e La straniera (2019), che nello stesso anno vinse il Premio Strega Off.

«Missitalia è un romanzo in tre tempi, che parte dalla nascita di una nazione per arrivare al suo probabile esaurimento, e usa la Luna come punto di fuga. Un satellite che, come dai tempi di Ariosto, è soprattutto una discarica dove andiamo a bruciare la memoria».

Dopo il successo internazionale di La straniera, Claudia Durastanti torna con un libro percorso dalle figure magiche e sfuggenti di tre donne, unite da una rete di corrispondenze invisibili, tra epoche antiche e future, dentro a un Meridione che diventa Terra: quella d’appartenenza ancestrale e il pianeta che osserviamo da lontano, guardando tutto quello che potremmo essere.

FAZI EDITORE

Il romanzo del 2012 dello scrittore cinese Ge Fei, docente alla Tsinghua University di Pechino, vincitore nel 2015 del prestigioso premio letterario Mao Dun per la Trilogia Jiangnan.

«Uno sguardo duro e divertente sulla corruzione a Pechino; l’umorismo oscuro di Ge Fei si sposa perfettamente con la tagliente satira sociale ed entra nel regno del fantastico con grande piacere» The News on Sunday.

Il signor Cui vive nella Pechino contemporanea, città dominata dall’egoismo, dal brutale senso della competizione e dal capitalismo più sfrenato. Qui tutti fanno del loro meglio per salire la scala del successo. Cui, al contrario, è un perdente. Ben oltre i quarant’anni, divorziato, senza figli e con poca iniziativa, si guadagna modestamente da vivere assemblando impianti audio personalizzati per ricchi audiofili (o sedicenti tali), provando disprezzo per i suoi clienti e per se stesso. Finché, un giorno, un vecchio amico gli procura un ingaggio speciale – un po’ rischioso, certo, ma basterà non fare troppe domande. È forse arrivata, per questo perdente, l’occasione giusta?

GARZANTI

Il primo romanzo (2022) di Selby Wynn Schwartz, scelto come miglior libro dell’anno tra quelli inclusi nella longlist del Booker Prize secondo The Guardian e The Independent.

«A work of stirring genius, a catalogue of intimacies and inventions, desires and dreams» Jacob Brogan, Washington Post.

Sarah Bernhardt, Colette, Eleonora Duse, Lina Poletti, Josephine Baker, Virginia Woolf… queste sono solo alcune delle donne che condividono le pagine di un romanzo tanto feroce quanto luminoso. Lussureggiante e poetico, furioso e divertente, Le figlie di Saffo celebra le donne pioniere del passato, che hanno precorso i tempi senza sottomettersi al pensiero comune e alle convenzioni sociali, e offre anche una speranza per il nostro presente e futuro.

BLACKIE EDIZIONI

Il romanzo d’esordio di Luca Restivo. Una storia che parla di guerra e d’amore, di piccoli Stati e grandi complotti.

Un giorno i confini della repubblica più antica del mondo si chiudono. Secoli di convivenza terminano con il calare di una sbarra arrugginita. Gli animi si scaldano, mentre i conti correnti vengono congelati. Milioni di italiani si accorgono di avere uno Stato dentro il proprio Stato, e che ora è davvero arrabbiato. A questo punto succede di tutto. Ritroviamo tutti gli elementi che caratterizzano questi tempi inquieti: l’ossessione per i confini, i venti di guerra, l’odio per il diverso, i danni di una certa retorica. Fino al colpo di scena finale, il romanzo rimane in bilico tra commedia e tragedia. Come sempre avviene nel nostro Paese, e in quelli che esso contiene.

6 marzo

MONDADORI

Il romanzo inedito, incompiuto e postumo di Gabriel García Márquez (1927–2014), pubblicato in contemporanea mondiale, a dieci anni dalla morte. Traduzione di Bruno Arpaia.

Ogni anno, il 16 agosto, Ana Magdalena Bach – quasi cinquant’anni di età e una trentina scarsa di soddisfacente vita matrimoniale – raggiunge l’isola dei Caraibi dove è sepolta sua madre. Il traghetto, il taxi, un mazzo di gladioli e l’hotel: questo rituale esercita su di lei un irresistibile invito a trasformarsi – una volta all’anno – in un’altra donna, a esplorare la propria sensualità e a sondare la paura che silenziosa cova nel suo cuore. Lo stile inconfondibile di Márquez risplende in Ci vediamo in agosto, romanzo musicalissimo di variazioni sul tema che è nello stesso tempo un inno alla libertà, un omaggio alla femminilità, una riflessione sul mistero dell’amore e dei rimpianti.

EDIZIONI E/O

Il romanzo della scrittrice francese Sandrine Collette, che nel 2022 ha vinto il Prix Jean Giono e il Prix Renaudot des Lycéens.

«Una scrittrice pienamente di oggi, che sa muoversi tra nuove e antiche preoccupazioni, tra nuovi timori e nuove (antiche) speranze» Goffredo Fofi, Il Manifesto.

Cosa fa un rude uomo dei boschi quando si trova a doversi occupare di un bambino piccolo? Maestra nel tenere il lettore con il fiato sospeso, Sandrine Collette ci trascina in un’avventura mozzafiato dove le forze soverchianti della natura e la cattiveria dell’animo umano verso i suoi simili non faranno che accanirsi su un uomo che deve ancora imparare cosa significhi essere padre. Nel corso di pagine sublimi, l’autrice si interroga sull’istinto paterno e sul prezzo di una possibile rinascita.

EDIZIONI E/O

Il secondo romanzo della scrittrice giapponese Usami Rin – tradotto in quindici paesi, vincitore del prestigioso premio Akutagawa 2021 – che racconta la vita della liceale Akari, distrutta dopo che l’idolo di cui è follemente innamorata finisce al centro di uno scandalo.

Akari, sedici anni, sta attraversando un periodo difficile. Non trae beneficio da nessun tipo di relazione con gli altri, né in famiglia né a scuola, e sembra anche avere qualche difficoltà d’apprendimento. Ma è una fan provetta: segue e cataloga ossessivamente ogni cosa che riguardi il suo idolo, Masaki; è la sua “colonna”, il suo intero mondo ruota attorno a lui. Quando, a causa di un acceso diverbio con una fan, Masaki è costretto a ritirarsi, Akari è persa. Cade preda della disperazione, non ha idea di come riprendere in mano la sua vita: dovrà imparare, poco alla volta, a ricostruirsi una nuova “colonna”.

GIUNTI

L’ultimo romanzo (2020) della scrittrice danese Stine Pilgaard. Caso letterario in Danimarca, con più di 150.000 copie vedute, ha vinto numerosi premi letterari ed è stato trasposto in film nel 2023.

Qual è il segreto per incontrare nuovi amici in un posto dove non si conosce nessuno? E cosa si fa esattamente per essere felici… a Velling? È proprio qui, nello Jutland occidentale, che si è trasferita Dolph con il marito, insegnante di scrittura creativa, e il figlio piccolo. Tra notti insonni, pianti dal significato criptico e commenti non richiesti su come essere un buon genitore, dovrà cercare di adattarsi allo scomodo ruolo di madre e, insieme, gestire la sua nuova rubrica di consigli per il giornale locale. Un libro pungente e spassosissimo, con una protagonista inconfondibile, che con precisione chirurgica mette a nudo sé stessa e gli altri illuminando vizi e debolezze dell’essere umano. 

BOMPIANI

Il romanzo della scrittrice e giornalista scozzese Elspeth Barker (1940–2022), pubblicato nel 1991 e finora inedito in Italia.

«Il miglior romanzo meno noto del XX secolo» Ali Smith.

Janet è distesa ai piedi di una grandiosa scalinata di pietra, sotto una vetrata che raffigura un drammatico cacatua bianco. Indossa un abito di pizzo nero di sua madre. È morta. Aveva sedici anni. È la fine della sua storia e l’inizio di un romanzo stupefacente per ferocia, lucidità e pura poesia. Una storia breve e lancinante, che strappa sorrisi e fa male al cuore.

CLIQUOT

Il primo romanzo dello scrittore e filosofo toscano Elémire Zolla (1926–2002), considerato uno dei massimi conoscitori delle filosofie e tradizioni esoteriche orientali e occidentali. Pubblicato nel 1956, il libro gli fece vincere il Premio Strega opera prima.

«Alla sua prima prova narrativa il giovane Zolla utilizzava il passo dal Jean Santeuil, l’acerbo e incompiuto romanzo proustiano come un enigma, e ne porgeva in un modo nemmeno troppo dissimulato, le chiavi gnostiche. Nel regno dello spirito filtrano dalla terra i profumi che inebriano, la pietà che redime, e creaturine serafiche: i gatti; ma ne stillano anche la corruzione e la malinconia. Un mondo così fatto, permeabile alla soavità e alla bruttura poteva concepirlo una mente gnostica, assetata di luce quanto consapevole del giogo della tenebra, una mente saturnina, arsa dal fuoco della creazione e dal gelo di una morte annunciata» dalla prefazione di Grazia Marchianò.

INDUSTRIA E LETTERATURA

Il nuovo romanzo di Davide Brullo, scrittore, giornalista e poeta, fondatore della “rivista avventuriera di culture e idee” Pangea.

Brillanti, colti, belli, Charles e Edward Detmold sono la speranza dell’arte inglese, tra i grandi disegnatori del secolo scorso. Gemelli, il loro capolavoro è il carnet di illustrazioni per un’edizione speciale del Libro della giungla, del 1903. Inaspettatamente, al culmine della fama, Charles, nel 1908, a 24 anni, si uccide. Edward continuerà a realizzare opere di pregio – le illustrazioni agli Arabian Nights, ad esempio – ma la morte del fratello sconvolge le sue energie. Il romanzo si snoda tra i meandri dei rapporti obliqui tra gemelli, insinuando amori incestuosi, nel bel mondo dell’Inghilterra di allora. Appaiono, creature fugaci, Rudyard Kipling e T.H. Lawrence, Karen Blixen e Vladimir Nabokov; per lo più, il romanzo s’incentra sui legami ossessivi, sonda l’enigma dell’arte, il desiderio della gloria adombrato dal gusto per la dissipazione.

8 marzo

FANDANGO LIBRI

Il romanzo d’esordio del giovane poeta e scrittore catalano Pol Guasch. Tradotto in sei lingue, nel 2021 ha vinto diversi premi, tra cui il Premio Llibres Anagrama, assegnato annualmente a un romanzo inedito in lingua catalana.

Due parole contraddittorie – Napalm e cuore, distruzione e amore. Il viaggio, avventuroso e non privo di ostacoli, è la scoperta di un’identità libera. E il linguaggio che lo narra un filo di immagini suggestive che si dipanano e rischiarano come piccole, continue, detonazioni. Una storia poetica, cruda, brutale. Attraverso immagini di devastazione, Pol Guasch esordisce come romanziere con una distopia che ha a che fare con il crollo climatico, il corpo e il linguaggio. Napalm nel cuore è un libro che parla di dolore e passione. Parla del bisogno di amore che spinge il protagonista a esplorare se stesso.

EDIZIONI NOTTETEMPO

Uno dei romanzi più amati di Filippo Tuena, pubblicato nel 1999 e vincitore del Premio Grinzane Cavour, riproposto oggi da Nottetempo in un’edizione leggermente rivista dall’autore.

Roma, 1943. I Bellingardi, famiglia borghese di origine elvetica, conducono una vita ancora “normale”, non toccata dalle tragedie del conflitto mondiale. Ma con l’occupazione tedesca nel mese di settembre, appare subito evidente che ormai tutti gli abitanti della città, anche quelli tutelati dalla neutralità svizzera, sono gettati nella Storia. Che si scelga o meno di prendere posizione, che si tenti semplicemente di sfuggire all’orrore o ci si comprometta, e che lo si faccia da temerari o lasciandosi trascinare dalla corrente, Roma “città aperta” non risparmia nessuno.

ASTORIA EDIZIONI

Il romanzo del 1930 della scrittrice, poetessa e botanica inglese Vita Sackville-West (1892–1962). Un bestseller “scandaloso”, una storia di amori liberi nell’elegante, inquieta, decadente Inghilterra del primo ‘900.

Inghilterra, 1905. C’è molto di scandaloso, nella relazione tra il diciannovenne Sebastian, duca di Chevron, e Lady Sylvia, che di anni ne ha quaranta ed è la moglie del potente Lord Roehampton. Ma, nell’universo dorato dell’aristocrazia inglese, tutto è ammesso, basta che rimanga dietro il muro di seta e piume, di ville e castelli, di ricevimenti e dinner party. Sempre più consapevole di vivere in una gabbia dorata, Sebastian è inquieto e l’incontro con Leonard Anquetil, audace esploratore del Polo Nord e “spirito libero”, gli fa improvvisamente immaginare una vita diversa, libera dall’ipocrisia e dalle soffocanti convenzioni della società cui appartiene.